Salta al contenuto principale

Fondazione Gioventù Nova

La Fondazione Gioventù Nova nasce a Varese nel 1959 ad opera del on.le Pio Alessandrini, membro della Compagni di San Paolo di Milano. Inizialmente, si occupa di gestire colonie estive di soggiorno e vacanza per i bambini della Provincia di Varese. Due le proprietà principali, una a Cesenatico e l'altra in località Pra Gallet nel Comune di Dumenza.

Nel 1984 l'Opera Cardinal Ferrari Onlus di Milano apre la Struttura di Barasso, Villa Rovera Molina come Casa albergo per persone anziane con l'aiuto di due benefattori, il Cav. Mario Molina, industriale di Solbiate Arno e sua moglie, la Signora Severina Rovera, ed affida alla Fondazione Gioventù Nova la gestione della proprietà.

Nel 1993 la casa albergo comincia la trasformazione in Casa di Riposo per anziani parzialmente o totalmente non autosufficienti. Nel 1997, Villa Rovera Molina viene parzialmente accreditata dall'A.S.L. di Varese. Nel 2004 viene intrapresa l'ultima ristrutturazione dell'edificio che, terminata all'inizio del 2006, porta Villa Rovera Molina ad ottenere l'autorizzazione definitiva da parte dell'A.S.L. di Varese per ospitare 113 anziani.

La Compagnia di San Paolo, durante gli anni '40, diviene proprietaria di Villa Fonteviva di Luino, che utilizza la struttura come casa di ritiri spirituali fino al 1999. Nel 2000, Villa Fonteviva, viene acquistata dalla Fondazione Gioventù Nova, che sempre con l'aiuto della coppia di benefattori Mario Molina e Severina Rovera, inizia la trasformazione dell'edificio in casa di riposo R.S.A. per persone anziane non autosufficienti. I lavori si concludono nel 2003 e la nuova Residenza Mario e Rina Molina, ottiene l'autorizzazione definitiva dall'A.S.L. di Varese per ospitare 60 anziani.